Indiana a Genova e la “grande” notizia

Il 19 di marzo si è presentato “Indiana” a Genova. Al tavolo Silvia Neonato, ex giornalista del Secolo XIX, amica carissima, e animatrice infaticabile della cultura delle donne in città, Francesco Surdich, preside della Facoltà di Lettere, Giulia Stella della segreteria regionale della Cgil, Andrea Ranieri, assessore alla cultura e anche lui amico e compagno di molte avventure politiche. In sala tante persone care: tra le altre Lorenza Codignola, Mercedes Bo, Anna Castellano.

con silvia neonato

Tocca, come è giusto, a Giulia Stella dare la GRANDE NOTIZIA. Il ministero degli Esteri ha deciso di finanziare, con circa 470.000 euro in tre anni, il programma di cooperazione di Progetto Sviluppo con Sewa, il sindacato autonomo delle donne indiane. Se a questa somma di aggiugono i quasi 200.000 euro raccolti dalla Cgil il 12 dicembre (dato che ha deciso di destinare a questo progetto la somma risparmiata per la giornata di sciopero dei suoi quadri) si arriva a un “tesoretto”  davvero rispettabile, tanto più per l’India, dove il suo potere d’acquisto va moltiplicato di circa dieci volte rispetto ai nostri costi. E’ per me una soddisfazione immensa e inaspettata. Mi ero rassegnata all’idea di aver avuto un’avventurosa “borsa di studio” in età matura. Ora penso di essere stata anche un po’ utile.

Si discute di molto altro nell’incontro. Su un piano più teorico dello “sguardo migrante” che, nella società globalizzata, deve sostituire il mito dell’orientalismo, l’illusione dgli occidentali di parlare dell’oriente parlando in realtà di se stessi.

Su un piano più pratico si fanno pronostici e si formulano speranze sulle prossime elezioni federali indiane. Cominceranno il 16 aprile e, nella democrazia più complicata del mondo, dove ancora si va a votare in molti luoghi remoti a dorso di cammello e di elefante, andranno avanti fino al 13 maggio. L’augurio di tutti è che l’integralismo della destra non viva la sua riscossa.

Annunci

7 risposte a “Indiana a Genova e la “grande” notizia

  1. Grazie ubik! Sono davvero molto contenta.
    Mariella

  2. E’ stato un incontro molto seguito dal pubblico. Mi è sembrato che a tutti sia stato utile ascoltarti parlare del coraggio e della dignità delle donne de sindacato Sewa che ha ancora così alto il senso del lavoro in gruppo. E che non si sgomentano davanti alle difficoltà della vita indiana. Direi che tu e il tuo libro ci avete dato forza. mia figlia viola proprio questo mi ha detto: accidenti che donne che siete, tutte! ma prima le lavoratrici di sewa

  3. Il “calore” di quel pomeriggio mi è rimasto addosso come fosse quello sgargiante e attraente delle stoffe indiane. Così è quando le donne fanno qualcosa di unico, quando esprimono pensieri forti, quando sono uniche loro stesse. E Mariella è la più unica di tutte noi. Che però, nessuna esclusa, siamo avanti un bel po’: riusciamo, se non altro, a guardare le cose del mondo con lo sguardo incandescente di chi le capisce.

  4. Che splendida notizia!!! Sono felice che le nostre amiche di Sewa abbiano questo ulteriore, concreto supporto.

    Grazie Mariella per tutto quello che hai fatto e che stai continuando a fare.

    Un caro saluto, dalla nostra amata Bombay.

    Fabio

  5. Cara Mariella, sono ancora immersa in Indiana. Lo leggo lentamente, con rispetto, soffermandomi a pensare e a formarmi immagini che lo accompagnino (in genere invece leggo avidamente gli altri libri, nei quali cerco di smarrirmi un po’). Mi piacerebbe che venissi a Milano a presentarlo, mi piacerebbe conoscere le tue indiane di Sewa.
    Un’ ultima piccola cosa, da prof: la tua scrittura è molto bella,è un vero piacere trovare questa armonia tra forma e contenuto. Un caro saluto. Gemma

  6. Grazie amici cari,
    h o risposto a tutti e a tutte privatamente e anche a tanti altri che si sono fatti vivi. Ma mi piace che resti testimonianza del nostro dialogo anche sul blog.
    Abbracci,
    Mariella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...